Opacità colonna dorsale,segno della silhouette

Opacità colonna dorsale, segno della silhouette

 

Paziente donna di circa 60 anni. Riferisce tosse persistente da circa 1 mese. Modesta puntata febbrile, trattata con terapia antibiotica, circa 15 giorni prima. Attualmente paziente afebbrile.

Il radiogramma standard del torace in proiezione P-A (FIG. 1 a), non mostra sicure alterazioni parenchimali a focolaio in atto. Ad un attento esame un piccolo dubbio è rappresentato da una possibile circoscritta opacità basale, para-retrocardiaca destra, associata ad un’apparente focale cancellazione della linea emidiaframmatica adiacente (FIG. 1 a).

Nel radiogramma standard in proiezione L-L, ad un’analisi della radiotrasparenza dei metameri dorsali (come noto normalmente in aumento in senso cranio-caudale) si osserva una radiopacità circoscritta di un metamero dorsale distale (FIG. 1 b).

Inoltre allo stesso livello, in proiezione L-L in adiacenza alla radiopacità segnalata, la linea emidiaframmatica appare interrotta, cancellata (FIG. 1 c). Che si tratti della linea emidiaframmatica destra è supportato dalla sua continuazione anteriore oltre il margine cardiaco posteriore (FIG. 1 c), laddove viceversa si interrompe sempre la linea emidiaframmatica sinistra.

Stante tuttavia la modesta entità della sintomatologia, si è ritenuto utile procedere con un esame TC a completamento diagnostico.

Le scansioni TC passanti per le basi polmonari hanno documentato in sede postero-basale sovra diaframmatica destra, un’iperdensità consolidativa, a margini in parte maldefiniti, nel cui contesto è presente broncogramma aereo (FIG. 2 a,b). Tale reperto è compatibile con addensamento parenchimale di tipo flogistico.

L’elaborazione, a partire dalle scansioni TC assiali di base, di una ricostruzione secondo piani sagittali, ha permesso di porre a confronto il reperto relativo alla proiezione L-L dell’RX torace, con la più raffinata ed accurata ricostruzione sagittale dell’esame TC. In FIG. 3 è possibile apprezzare la perfetta sovrapponibilità tra le 2 indagini, e quindi la conferma di quanto ipotizzato nell’analisi del radiogramma standard del torace.