​Trombosi dell’arteria basilare: imaging e terapia endovascolare

Articolo scientifico.
Autori
: G. Bonatti, F. Ferro, T. Haglmüller, P. Pernter, L. Naibo.
 
Lo scopo di questo studio è analizzare l’esperienza nella diagnosi con angio-TC e nel trattamento endovascolare della trombosi dell’arteria basilare, una patologia che rappresenta una rara forma di ictus e che oggi comporta una mortalità dell’80-90% dei casi. Questo studio ha preso in esame 59 pazienti non traumatizzati con rapida compromissione dello stato di coscienza sottoposti a TC dell’encefalo senza mezzo di contrasto ed, esclusa un’emorragia parenchimale, ad angio-TC del circolo intracranico (tomografo a 16 detettori). I pazienti con diagnosi angio-TC di trombosi dell’arteria basilare sono stati considerati per il trattamento endovascolare. Esclusi i pazienti con diagnosi di emorragia parenchimale e subaracnoidea la casistica è costituita da 26 pazienti sottoposti ad angio-TC, sono stati diagnosticati 15 casi di trombosi della basilare, dei quali 12 trattati presso il nostro ospedale. Il confronto dei reperti angio-TC ed angiografici è sempre stato concordante per sede ed estensione dell’occlusione. Sono state eseguite 7 procedure di lisi intrarteriosa e 5 di rimozione meccanica del trombo. In conclusione, è stato dimostrato che la diagnosi con angio-TC rappresenta l’esame più indicato per confermare nel più breve tempo possibile un sospetto clinico di trombosi basilare.

Per leggere l’articolo completo clicca qui.

Categorie correlate