Studio sulla correlazione tra microlitiasi testicolare e neoplasie testicolari maligne

Articolo scientifico.

Autori: G. C. Parenti, S. Zago, M. Lusa, P. Campioni, P. Mannella.

L’obiettivo di questo studio è l’analisi di eventuali correlazioni tra la microlitiasi testicolare e le neoplasie testicolari maligne e la valutazione dell’affidabilità dell’ecografia nel rilevare la microlitiasi, confrontandola con l’esame istologico. Inoltre lo scopo è anche quello della ricerca degli aspetti citoistologici prevalenti di accompagnamento alla eteroplasia testicolare.

Sono stati esaminati i casi di 14 pazienti tra il 2004 e il 2005: 13 pazienti, di età compresa tra i 19 e i 43 anni, sono stati operati per neoplasia maligna, mentre un solo paziente aveva 60 anni. È stata valutata l’efficacia dell’ecografia e dell’esame istologico nel rilevamento delle microlitiasi testicolari associate alle neoplasia testicolare maligna.

I risultati hanno mostrato che in 2 pazienti (15,3%) l’ecografia ha rilevato microlitiasi testicolare, mentre altri in altri 2 pazienti sono state rilevate alterazioni dello spermiogramma. All’indagine ecografica la neoplasia testicolare maligna nel 53,8% (7/13) era associata alla presenza di microlitiasi testicolare (in 2/7 in sede intranodulare, in 2/7 in sede perinodulare e in 3/7 casi in sede peri-intranodulare) e presentava vascolarizzazione peri ed intranodulare all’eco color doppler. All’esame istologico, 9 risultarono seminomi, 2 forme miste, 1 carcinoma embrionario, 1 tumore del sacco vitellino e 1 tumore a cellule di Sertoli sottotipo sclerosante. In 9 casi su 13 (69,2%) di neoplasie testicolari maligne, sono state rilevate microcalcificazioni (in 2/9 intranodulare, in 5/9 perinodulari e in 2/9 peri ed intranodulari). In 12/13 casi (92,3%) era presente scleroialinosi dei tubuli.

In conclusione, è stato rilevato che le microlitiasi testicolari e le alterazioni del liquido seminale rappresentano un fattore di rischio nelle neoplasie maligne del testicolo: il 30,6% dei pazienti esaminati ha infatti sviluppato una eteroplasia maligna. L’ecografia ha rilevato che le microlitiasi sono presenti nel 53,8% dei casi in concomitanza con le neoplasie maligne. Lo studio ha rilevato dunque una buona attendibilità dell’indagine ecografica nel rilevamento delle microlitiasi testicolari (53,8%) rispetto all’esame istologico (69,2%).

Clicca qui per leggere l'articolo completo.

Categorie correlate