​A Siena un tecnico di radiologia ottiene un brevetto internazionale

A Siena è stato elaborato un nuovo algoritmo che permetterà di migliorare le qualità delle immagini delle risonanze magnetiche. Come riportano alcuni giornali locali, è tutto merito di Andrea Dell’Orso, un tecnico di radiologia dell’Ausl 11 under 30 e attualmente studente al terzo anno di ingegneria biomedica: a soli 24 anni il tecnico ha avuto un’idea rivoluzionaria in campo radiologico ed è riuscito a brevettarla il 28 dicembre del 2010, grazie all’aiuto dell’ingegnere Francesco De Milato. Il brevetto è stato rilasciato il 17 ottobre 2013 da parte del Ministero dello Sviluppo Economico: negli ultimi tre anni il moderno software è stato testato dal ricercatore clinico Claudio De Felice dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. È stato dimostrato che con questo algoritmo è stata davvero ridotta la presenza di artefatti in circa il 91% dei casi: si tratta di un risultato importante, visto che altri ricercatori di diversi paesi provano da anni a risolvere questa problematica ma non hanno mai ottenuto risultati soddisfacenti. Il metodo brevettato da Andrea Dell’Orso comprende un software di circa 100 Kb che è stato sviluppato insieme all’informatico Giovanni Arisi: questo programma si può installare su qualsiasi macchinario di risonanza magnetica senza la necessità di modifiche tecniche o costi aggiuntivi significativi. La notizia del brevetto è stata pubblicata sulla rivista Health Professionals Magazine e ha attirato molta attenzione, non a caso è stata presentata a vari congressi nazionali; inoltre, la scoperta è stata scelta da una commissione internazionale fra 443 articoli da 30 paesi per essere presentata al CARS (Computer Assisted Radiology and Surgery) 2014, congresso mondiale dedicato agli sviluppi tecnologici ed informatici in radiologia e in chirurgia che si terrà in giugno a Fukuoka in Giappone.

Categorie correlate