Sarcomi intimali dell’arteria polmonare. Problemi di diagnosi differenziale

Articolo scientifico

Autori: Domenico Attinà , Fabio Niro , Patrick Tchouanté , Giangaspare Mineo , Vincenzo Russo , Massimiliano Palazzini , Nazzareno Galiè , Stefano Fanti , Luigi Lovato & Maurizio Zompatori.

I sarcomi dell’arteria polmonare (SAP) sono rari tumori maligni che originano dallo strato intimale dell’arteria polmonare. Si tratta di tumori che si sviluppano nell’età media e che hanno una prognosi sfavorevole. Nel caso in cui si presentino determinate manifestazioni radiologiche e cliniche, è opportuno analizzare la patologia tumorale per impostare il trattamento terapeutico. Questo tipo di tumore viene con un’embolia polmonare acuta o con l’ipertensione polmonare cronica trombo-embolica, per questo motivo è fondamentale eseguire un’analisi differenziale. Tra il 2008 e il 2012 sono stati analizzati i casi di quattro pazienti adulti affetti da SAP. Inizialmente in tutti e quattro i casi sono state eseguite una radiografia del torace, una scintigrafia polmonare perfusionale, un’ecocardiografia trans-esofagea, e una angio-tomografia computerizzata (TC) al torace perché si pensava a un’embolia polmonare. In tutti i casi la terapia anticoagulante non funzionava, per questo motivo, nel sospetto clinico di SAP, è stata effettuata una tomografia ad emissione di positroni (PET)-TC ed in un caso anche una risonanza magnetica (RM) toracica. In seguito tutti i pazienti sono stati sottoposti a tromboendoarteriectomia con indagine istologica del pezzo operatorio che ha confermato il sospetto clinico-radiologico di SAP. È stato dunque dimostrato che la TC ha permesso di effettuare una diagnosi differenziale tra SAP ed embolia polmonare. Il sospetto di SAP è stato confermato da questo esame, grazie all’ipercaptazione del radiofarmaco della componente neoplastica. I pazienti che presentano sintomi come dispnea e difetto di riempimento dell’arteria polmonare e che non rispondono alla terapia anticoagulante dovrebbero dunque effettuare questi esami radiologici. Il radiologo è il primo a poter ipotizzare un caso di SAP; la diagnosi precoce tramite imaging integrato oggi è pertanto uno strumento  fondamentale per poter migliorare prognosi e trattamenti.

Per leggere l'articolo completo clicca qui.

 

Categorie correlate