Osteosarcoma a cellule giganti delle ossa lunghe: caratteristiche cliniche, radiologiche e patologiche

Articolo scientifico.

Autori: Cheng-Sheng Wang, Qi-Hua Yin, Jin-Sheng Liao, Jiang-Hua Lou, Xiao-Yi Ding, Yan-Bo Zhu.

Questo lavoro intende valutare le caratteristiche cliniche, radiologiche e patologiche all’imaging nei pazienti affetti sa osteosarcoma a cellule giganti delle ossa lunghe. Sono stati analizzati i casi di nove pazienti, cinque maschi e quattro femmine di età media 26 anni, sottoposti a radiografia, imaging con risonanza magnetica e tomografia computerizzata. Sono stati documentati rilievi di imaging, inclusi dimensione, eccentricità, ossificazione, lisi, evoluzione cistica, crescita espansiva, reazione periostale, distruzione corticale, estensione ai tessuti molli e coinvolgimento articolare sono stati documentati. In tre pazienti si è manifestato dolore, mentre in altri tre pazienti sono stati rilevati sia dolore che massa palpabile. All’imaging è stato riscontrato un margine indefinito che circonda una lesione prevalentemente osteolitica a livello della tibia prossimale (n=7) o del femore (n=2). Sette dei casi hanno mostrato ossificazione limitata. In 3 casi il tumore era localizzato alla metafisi ed in 6 nella meta-epifisi. La massima dimensione tumorale è stata in media di 4,7 cm×5,2 cm×7,8 cm. Microscopicamente, i tumori erano composti di cellule tumorali atipiche con scarsa formazione di osteoide e cellule giganti multinucleate. Tutti i pazienti hanno ricevuto chemioterapia e un intervento chirurgico è stato eseguito su 8 pazienti. Tre pazienti erano morti e 6 erano in vita all’ultimo follow-up. I dati raccolti hanno dimostrato che l’osteosarcoma presenta sintomi come dolore e massa palpabile: di solito appare una lesione osteolitica con neoformazione ossea localmente conservata nella metafisi e/o meta-epifisi all’imaging. Istologicamente, le cellule tumorali atipiche con formazione di osteoide e le cellule giganti multinucleate sono i fattori chiave nella diagnosi e nella diagnosi differenziale.

Per leggere l'articolo completo clicca qui.

Categorie correlate