Edema miocardico e cardiomiopatia di Takotsubo: studio sulla risonanza magnetica cardiaca

Articolo scientifico

Autori: Ilaria Iacucci, Iacopo Carbone, Giuseppe Cannavale, Bettina Conti, Ilaria Iampieri, Riccardo Rosati, Gennaro Sardella, Andrea Frustaci, Francesco Fedele, Carlo Catalano, Marco Francone.

La cardiomiopatia di Takotsubo (TT-CMP) è una patologia che comporta un’ischemia transitoria, con disfunzione contrattile completamente reversibile, che coinvolge i segmenti medio-apicali, con coronarie angiograficamente indenni. Questo studio intende valutare con una risonanza magnetica cardiaca (CMR) i segni morfologici di infiammazione in pazienti con TTCMP.

Sono stati esaminati i casi di 17 pazienti, che sono stati sottoposti a CMR in fase acuta e, dopo 4 mesi, con protocollo standard comprendente cine steady-state free-precession (cine-SSFP), T2-short tau inversion recovery (T2-STIR) e late enhancement (LE) imaging. In tutti i pazienti le sequenze T2-STIR hanno evidenziato una diffusa inibizione edematosa dei segmenti medio-apicali a distribuzione “non-coronarica” e correlata con la sede della disfunzione contrattile; in 5 pazienti sottoposti a EMB, l’istologia ha confermato l’edema interstiziale massivo associato al caratteristico quadro di necrosi a bande di contrazione. Non sono stati osservati casi di LE. Al controllo, tutti i pazienti hanno mostrato completa regressione dell’edema con significativo recupero funzionale del ventricolo sinistro. In conclusione, è stato rilevato che l’edema miocardico valutato con CMR è un aspetto caratteristico della TT-CMP, poiché riflette l’infiammazione e il danno miocardico acuto: può pertanto considerarsi marker specifico di coinvolgimento patologico.

Clicca qui per leggere l'articolo completo.

Categorie correlate