​Come prepararsi a un’ecografia


L'ecografia è un sistema di indagine diagnostica medica che non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell'emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore. Questi ultrasuoni permettono di vedere i tessuti e gli organi interni del nostro corpo. Per prepararsi a un esame ecografico bisogna sapere alcune cose a seconda del tipo di esame che si andrà a fare. Per lo studio degli organi superficiali, come tiroide, muscoli, mammelle o articolazioni, non ci sono particolari accorgimenti da seguire; per lo studio dell’addome superiore, invece, bisogna essere a digiuno da almeno 6 ore  e bisogna non essere gonfi, perché i gas potrebbero disturbare le immagini prodotte durante l’indagine diagnostica: per ridurre i gas all’interno dello stomaco e dell’intestino è necessario prendere dei farmaci appositi nei due giorni precedenti all’esame. Per lo studio dell’addome inferiore, dunque zone e organi come vescica, prostata, utero, ovaie, è necessario che la vescica sia ben piena: per questo motivo al paziente viene chiesto di bere più di un litro d’acqua non gasata fino a mezzora prima dell’esame. Nel caso di uno studio della prostata anche per via transrettale è indispensabile un clistere di pulizia prima dell’esame.

Categorie correlate